Trek e Bike

Domenica, 07 Luglio 2019 20:06

La Fiorita di Castelluccio di Norcia in MTB

Ci troviamo nella parte sud occidentale del Parco dei Sibillini, più precisamente sugli alto piani di Castelluccio di Norcia ... in questa stagione la zona è gremita di turisti che vengono a vedere la Fiorita di Castelluccio, non è altro che la fioritura spontanea delle piante infestanti delle culture ... non siamo più abituati a vedere i papaveri, i fiordalisi, distese di margherite ... lo spettacolo è unico e spesso la quantità di persone, a volte non "educatissime", rovinano l'ambiente ... in bike la cosa è diversa, non ci accorgeremo neanche della confusione, scapperemo via dagli ingorghi stradali per visitare gli angolini più reconditi.

... effettueremo una classica pedalata che denominiamo "il giro delle fonti" ... il percorso prevede di poter modulare la difficoltà in base al proprio allenamento. Un primo anello che si snoda intorno ai campi fioriti (senza mai attraversarli, ne calpestarli ... mi raccomando) adatto a tutti, saliremo poi al Pian Piccolo e, per i più allenati è previsto di allungare il percorso fino ai Colli Alti e Bassi per rientrare dalla Portella.

L'esperienza verrà fatta con un minimo di 4 partecipanti.

Consigliata assicurazione r.c. ciclista, eventualmente chiedete al momento del'iscrizione.

Guida Maurizio Rinaldi
- Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013
- Istruttore di Mountain Bike della SIMB 3° livello

Un anno, due anni ... di assenza da questi luoghi meravigliosi ... è tempo di ritornare, e perchè no, contribuire con le nostre presenze alla piccola e fragile economia locale.

In base alla percorribilità delle strade, saliremo a Castelluccio per effettuare una classica pedalata che denominiamo "il giro delle fonti" ... il percorso prevede di poter modulare la difficiltà in base al proprio allenamento. Effettueremo un prim anello che si snoda intorno ai campi fioriti (senza mai attraversarli, mi raccomando) adatto a tutti, saliremo poi al Pian Piccolo e, per i più allenati è previsto di allungare il percorso fino ai Colli Alti e Bassi per rientrare dalla Portella.

L'esperienza verrà fatta con almeno 4 partecipanti

Consigliata assicurazione RC Ciclista (eventualmente Trek e Bike può fornre quella UISP).

L'esperienza prevede di visitare in bike Cesenatico, Cervia, Ravenna e Cesena, ammireremo le pinete ed i lungomare che le collegano, la rete ciclabile si snoda attraverso boschi, lungomare ed argini dei fuimi.

Programma:

  • 1° giorno - sabato, viaggio fino a Cesena Ponte Pietra, qui lungo la ciclabile del Rubicone fino a Cesentico, visita al Porto Canale e poi attraverso la pineta si raggiunge Cervia ... dopo una visita al suo caratteristico centro storico e al museo del sale, ci dirigiamo verso Ravenna che raggiungeremo attraversando il Parco 1° Maggio con la sua immensa pineta, non mancherà una sosta per il pranzo a Classe di Ravenna dove avremo la possibilità di visitare Santa Apilonare. Nel pomeriggio visita ai siti culturali più importanti della città. Cena, serata e pernotto a Ravenna.
  • 2° giorno - domenica, rientriamo a Cesena passando per il Lido di Dante, Parco 1° Maggio e risalendo il Fiume Savio. Visita a Cesena e rientro.

L'organizzazione prevede di avere un auto di appoggio che si occupa anche del trasporto dei bagagli pesanti. 

Consigliata assicurazione r.c. ciclista, eventualmente chiedete al momento del'iscrizione.

Minimo 12 iscritti (nel caso non si raggiunga il numero al posto dell'auto di servizio al seguito optiamo per borse da gran turismo date in dotazione dall'organizzazione)

Organizzazione tecnica Esitur Tour Operator

Salento ... oltre 250 km di costa, spesso piana e sabbiosa a volte altra alta e frastagliata, ma anche una miriade di centri abitati e frazioni, fatti di case bianche e stradine caratteristiche, e poi artigianato locale, e poi ancora ulivi secolari e vigneti delimitati dai tipici muretti a secco.

Antica Terra d'Otranto abitata nell'antichità dai Messapi, detta anche penisola salentina è il tacco d'Italia, con la sua forma allungata, disegnando appunto il tacco dello stivale. A Santa Maria di Leuca troviamo il vertice estremo, con la particolare punta "Ristola" che in modo ideale, separa il mare Adriatico dallo Jonio. Nel Salento troviamo anche il punto più est dell'Italia, dove per primo ogni giorno spunta il sole: Punta Palascìa.

Il sole e il particolare clima caldo, con inverni miti dove le temperature sono piacevoli tutta la stagione, hanno agevolato piante e fiori con migliaia di specie diverse. Ulivi, mandorli e fichi d'India per citare le più note, senza tralasciare la meravigliosa macchia mediterranea

Ma il salento è anche terra di cultura, architettura barocca, tradizioni popolari come la pizzica. A tavola troviamo la puccia, le friseddhre, le pittule, i rustici, i pasticciotti ed i dolci di pasta di mandorla, non dimentichiamo "lu mieru", il vino salentino, ed in questo periodo i riti pasquali.

Durante questi tre giorni visiteremo tre siti di notevole importanza come Lecce, Otranto, Leuca e Gallipoli, la bicicletta ci darà la possibilità di vivere i luoghi attraverso un sano sport all'aria aperta, ci saranno ampi momenti dedicati alla visita libera dei siti culturali, per gli aggregati ed accompagnatori una guida turistica ci accompagnerà a scoprire questi luoghi meravigliosi, in special modo in questo periodo. 

Riassumiamo questa esperienza in: mare trasparente, sole, cielo blu intenso, architettura, storia, buona cucina, ospitalità e sport.

Programma per i ciclisti:

  • venerdì 30 marzo - viaggio con sosta turistica ad Alberobello o a Trani in base agli orari viaggio/pausa autista, arrivo e sistemazione in albergo: Ecoresort Le Sirené sul mare di Gallipoli, sistemazione in camera. presentazione del programma conconsegna delle bike.
  • sabato 31 marzo -  itinerario cicloturistico in terra di Gallipoli.
    Percorso in bicicletta:  percorso su sterrati e stradine bianche, evitando il più possibile le strade principali, per quanto poco transitate, tra Punta della Suina e Porto Selvaggio.
  • domenica 1° aprile - trasferimento in pullman a Leuca, breve visita culturale ed escursione in bike verso Otranto.
    Percorso in bicicletta: da Santa Maria di Leuca ad Otranto lungo la caratteristica costa, con passaggio alla miniera di bauxite e al Faro di Punta Palascia.
  • lunedì 2 - escursione in bike a Lecce, visita della città e rientro in pullman.
    Percorso in bicicletta: itinerario interno tra uliveti e vigneti passando per  le caratteristiche cittadine di Nardò e Copertino.

Per quanto riguarda la logistica: la sistemazione è in albergo a camere doppie, triple ... chi desidera la singola deve farne richiesta, per la cena e colazione siamo in albergo, mentre i pranzi sono al sacco.

Le biciclette sono di buona fattura, gommate ibride, tipo trek 3700 e 4300, specialized hardrock, giant talon, focus whistler, taglie assortite dai 13 ai 22 pollici.

Consigliata assicurazione RC Ciclista (eventualmente Trek e Bike può fornre quella UISP).

Programma per gli accompagnatori/aggregati:

  • venerdì 30 marzo - viaggio con sosta turistica ad Alberobello o a Trani in base agli orari viaggio/pausa autista, arrivo in albergo: Ecoresort Le Sirené sul mare di Gallipoli, sistemazione in camera. presentazione del programma.
  • sabato 31 marzo prima colazione - il mattino a Gallipoli “La Desolata”: la Processione del Sabato Santo. All’alba, la confraternita di Santa Maria della Purità (saio e cappuccio bianco, mozzetta giallo paglierino) porta in processione per le strade di Gallipoli la statua del Cristo Morto (adagiata in un’urna coperta di oro zecchino) e la statua della Vergine Desolata (che risale al 1700). Il momento più toccante e suggestivo è quando la Vergine e il figlio morto si incontrano davanti alla Chiesa della Purità per l’estremo saluto, con il mare a fare da sfondo e una immensa folla genuflessa a fare da cornice – pranzo in albergo - il pomeriggio visita guidata e passeggiata ecologica a punta della suina  - rientro in albergo – cena – pernottamento.
  • domenica 1° aprile -prima colazione – mattino trasferimento a Leuca con visita alla cittadina ed in particolare visita delle scuderie di Villa La Meridiana, con l’originale pavimento in pietra, le antiche mangiatoie, il carretto per il pane. Pranzo al ristorante a Leuca. Pomeriggio trasferimento ad Otranto con rispettive visite alla città con guida – incontro con i ciclisti e rientro in albergo - cena – pernottamento.
  • lunedì 2 aprile - prima colazione trasferimento a Lecce. Mattino visita guidata alla città, non solo con le sue testimonianze e opere d'arte di epoca romana. ma principalmente con la sua unicità di stile barocco, questo stile qui esprime come mai in nessuna altra città, si manifesta in una declinazione del tutto particolare e specifica, fino a meritarsi l'appellativo di barocco leccese. Pranzo al sacco. Incontro con i ciclisti e rientro.

Per quanto riguarda la logistica: la sistemazione è in albergo a camere doppie, triple ... chi desidera la singola deve farne richiesta, per la cena e colazione siamo in albergo, mentre i pranzi sono in ristorante il primo ed il secondo giorno, il terzo giorno a Lecce al sacco.

Organizzazione tecnica agenzia viaggi Esitur

Salento ... oltre 250 km di costa, spesso piana e sabbiosa a volte altra alta e frastagliata, ma anche una miriade di centri abitati e frazioni, fatti di case bianche e stradine caratteristiche, e poi artigianato locale, e poi ancora ulivi secolari e vigneti delimitati dai tipici muretti a secco.

Antica Terra d'Otranto abitata nell'antichità dai Messapi, detta anche penisola salentina è il tacco d'Italia, con la sua forma allungata, disegnando appunto il tacco dello stivale. A Santa Maria di Leuca troviamo il vertice estremo, con la particolare punta "Ristola" che in modo ideale, separa il mare Adriatico dallo Jonio. Nel Salento troviamo anche il punto più est dell'Italia, dove per primo ogni giorno spunta il sole: Punta Palascìa.

Il sole e il particolare clima caldo, con inverni miti dove le temperature sono piacevoli tutta la stagione, hanno agevolato piante e fiori con migliaia di specie diverse. Ulivi, mandorli e fichi d'India per citare le più note, senza tralasciare la meravigliosa macchia mediterranea

Ma il salento è anche terra di cultura, architettura barocca, tradizioni popolari come la pizzica. A tavola troviamo la puccia, le friseddhre, le pittule, i rustici, i pasticciotti ed i dolci di pasta di mandorla, non dimentichiamo "lu mieru", il vino salentino.

Lungo il percorso con piccole varianti potremmo ammirare dolmen (tomba megalitica preistorica a camera singola) e menhir (sono dei megaliti monolitici).  

Riassumiamo questa esperienza in: mare trasparente, sole, cielo blu intenso, architettura, storia, buona cucina, ospitalità, sport.

Programma:

  • domenica 3 - arrivo a Lecce, lungo il percorso sosta turistica ad Alberobello, secondo pomeriggio e dopo cena libero con visita alla città - saremo ospiti nel centrale e confortevole hotel President
  • lunedì 4 - trasferimento in bike ad Otranto km 60, lungo il percorso: visita alla città fortificata di Acaya, all'Oaisi Le Cesine, Roca Vecchia, Otranto di notte ed il mare di Sant'Andrea e Baia dei Turchi, con una piccola deviazione lungo il percorso visiteremi il menhir di Materdomini - saremo ospiti nel centrale e confortevole hotel Albania
  • martedì 5 - tresferimento in bike a Castro km 26, lungo il percorso: visita della città di Otranto, laghetto ex Cava di Bauxite, Punta Palascio, Porto Badisco (variante di 7 km per Menhir di San Giovanni Malcantone), Santa Cesarea Terme, Grotta della Zinzulosa, Castro, possibilità (facoltativo) con variante di 8 km visitare il menhir di Malcantone - saremo ospiti nel centrale e confortevole hotel Degli Ulivi.
  • mercoledì 6 - trasferimento in bike a Santa Maria di Leuca km 45, lungo il percorso sarebo a balcone sulla scogliera, visiteremo Tricase con il menhir di Pivataro, incontraremo il Canyon di Ciolo, prima di Leuca visiteremo a Patù  con Le Centopietre e diversi menhir tra cui quello Della Croce. A Leuca non ci faremo mancare le due Punte, Melisio e Ristola che dividono il Mar Ionio dall'Adriatico, nonchè la Scalinata monumentale con la Colonna terminale dell'acquedotto pugliese - saremo ospiti nelle belle e centrali strutture di Caroli Hotel
  • giovedì 7 - trsferimento a Gallipoli km 55, giornata dedicata alla Spiaggia della Suina e il Pizzo con visita serale a Gallipoli. lungo il percorso incontreremo il dolmen Argentina e volendo con deviazione di 7 km visitare due menhir, quello di Ninfeo e Terenzano - saremo ospiti nelle belle e centrali strutture di Caroli Hotel
  • venerdì 8 - trasferimento a Nardò km 28, giornata dedicata al mare di Porto Selvaggio e la Baia Uluzzo, la sera a Nardò località Santa Caterina, lungo il percorso incontreremo la chiesa bizantina San Mauro e le 4 colonne, con deviazione facoltativa di 11 km il menhir Coppola - saremo ospiti nelle belle e centrali strutture di Oasi Tabor
  •  sabato 9 - trasferimento a Lecce km 35, lungo il percorso a Copertino troveremo un bel castello normanno, pomeriggio dedicato alla visita della città in bike - saremo ospiti nel centrale e confortevole hotel President
  • domenica 10 - rientro in auto / treno - eventuale sosta turistica a Casteldelmonte o Trani da decidere sul posto.

Per quanto riguarda la logistica: la sistemazione è in albergo a camenre doppie, triple, quadruple ... chi desidera la singola deve farne richiesta, in base alle disponibilità verrà data la differenza di prezzo, per la cena e colazione siamo in servizio mezza pensione ... i pranzi sono liberi e ci si organizza in base alla evoluzione della giornata.
Ricordiamo comunque che le mezze pensioni prevedono la cena e la colaziuone del "ciclista".

L'esperienza verrà fatta con un minimo di 4 iscritti, avremo una auto al seguito con un minimo di 10 partecipanti, con meno partecipanti non ci sarà l'auto al seguito e Trek e Bike fornirà bici attrezzate (impianto di illuminazione, portapacchi e borse da viaggio) 

Organizzazione tecnica agenzia viaggi Esitur

Salento ... oltre 250 km di costa, spesso piana e sabbiosa a volte altra alta e frastagliata, ma anche una miriade di centri abitati e frazioni, fatti di case bianche e stradine caratteristiche, e poi artigianato locale, e poi ancora ulivi secolari e vigneti delimitati dai tipici muretti a secco.

Antica Terra d'Otranto abitata nell'antichità dai Messapi, detta anche penisola salentina è il tacco d'Italia, con la sua forma allungata, disegnando appunto il tacco dello stivale. A Santa Maria di Leuca troviamo il vertice estremo, con la particolare punta "Ristola" che in modo ideale, separa il mare Adriatico dallo Jonio. Nel Salento troviamo anche il punto più est dell'Italia, dove per primo ogni giorno spunta il sole: Punta Palascìa.

Il sole e il particolare clima caldo, con inverni miti dove le temperature sono piacevoli tutta la stagione, hanno agevolato piante e fiori con migliaia di specie diverse. Ulivi, mandorli e fichi d'India per citare le più note, senza tralasciare la meravigliosa macchia mediterranea

Ma il salento è anche terra di cultura, architettura barocca, tradizioni popolari come la pizzica. A tavola troviamo la puccia, le friseddhre, le pittule, i rustici, i pasticciotti ed i dolci di pasta di mandorla, non dimentichiamo "lu mieru", il vino salentino.

Lungo il percorso con piccole varianti potremmo ammirare dolmen (tomba megalitica preistorica a camera singola) e menhir (sono dei megaliti monolitici).  

Riassumiamo questa esperienza in: mare trasparente, sole, cielo blu intenso, architettura, storia, buona cucina, ospitalità, sport.

Programma:

  • sabato 25 giugno - arrivo a Lecce, lungo il percorso sosta turistica ad Alberobello, secondo pomeriggio e dopo cena libero con visita alla città - saremo ospiti nel centrale e confortevole hotel President
  • domenica 26 giugno - trasferimento in bike ad Otranto km 60, lungo il percorso: visita alla città fortificata di Acaya, all'Oaisi Le Cesine, Roca Vecchia, Otranto di notte ed il mare di Sant'Andrea e Baia dei Turchi, con una piccola deviazione lungo il percorso visiteremi il menhir di Materdomini - saremo ospiti nel centrale e confortevole hotel Albania
  • lunedì 27 giugno - tresferimento in bike a Castro km 26, lungo il percorso: visita della città di Otranto, laghetto ex Cava di Bauxite, Punta Palascio, Porto Badisco (variante di 7 km per Menhir di San Giovanni Malcantone), Santa Cesarea Terme, Grotta della Zinzulosa, Castro, possibilità (facoltativo) con variante di 8 km visitare il menhir di Malcantone - saremo ospiti nel centrale e confortevole hotel Degli Ulivi.
  • martedì 28 giugno - trasferimento in bike a Santa Maria di Leuca km 45, lungo il percorso sarebo a balcone sulla scogliera, visiteremo Tricase con il menhir di pivataro, incontraremo il Canyon di Ciolo, prima di Leuca visiteremo a Patù  con Le Centopietre e diversi menhir tra cui quello Della Croce. A Leuca non ci faremo mancare le due Punte, Melisio e Ristola che dividono il Mar Ionio dall'Adriatico, nonchè la Scalinata monumentale con la Colonna terminale dell'acquedotto pugliese - saremo ospiti nelle belle e centrali strutture di Caroli Hotel
  • mercoledì 29 giugno - trsferimento a Gallipoli km 55, giornata dedicata alla Spiaggia della Suina e il Pizzo con visita serale a Gallipoli. lungo il percorso incontreremo il dolmen argentina e volendo con deviazione di 7 km visitare due menhir, quello di Ninfeo e Terenzano - saremo ospiti nelle belle e centrali strutture di Caroli Hotel
  • giovedì 30 giugno - trasferimento a Nardò km 28, giornata dedicata al mare di Porto Selvaggio e la Baia Uluzzo, la sera a Nardò località Santa Caterina, lungo il percorso incontreremo la chiesa bizantina San Mauro e le 4 colonne, con deviazione facoltativa di 11 km il menhir Coppola - saremo ospiti nelle belle e centrali strutture di Oasi Tabor Casa Ferie
  • venerdì 1° luglioo - trasferimento a Porto Cesareo km 48, giornata di mare a Punta Prosciutto e Torre Lapillo, possibilità (facoltativa) della visita guidata in barca nell'Area Marina Protetta di Porto Cesareo - saremo ospiti nelle belle e centrali strutture di Angolo di Beppe 
  • sabato 02 luglio - trasferimento a Lecce km 36, lungo il percorso a Copertino troveremo un bel castello normanno, pomeriggio dedicato alla visita della città in bike - saremo ospiti nel centrale e confortevole hotel President
  • domenica 03 luglio - rientro in auto / treno - eventuale sosta turistica a Casteldelmonte o Trani da decidere sul posto.

Per quanto riguarda la logistica: la sistemazione è in albergo a camenre doppie, triple, quadruple ... chi desidera la singola o doppia sempre deve farne richiesta, in base alle disponibilità verrà data la differenza di prezzo, per la cena e colazione siamo in servizio mezza pensione ... i pranzi sono liberi e ci si organizza in base alla evoluzione della giornata.
Ricordiamo comunque che le mezze pensioni prevedono la cena e la colaziuone del "ciclista".

L'esperienza con auto al seguito verrà fatta con un minimo di 12 partecipanti, con meno partecipanti non ci sarà l'auto al seguito e Trek e Bike fornirà bici attrezzate (impianto di illuminazione, portapacchi e borse da viaggio) - è necessario essere iscritti a Trek e Bike contattare la segreteria

Sabato, 06 Agosto 2016 17:28

Cicloturismo: Roma e i Castelli

Roma, probabilmente la più bella città al mondo, un piccolo assaggio con la nostra bike lungo le sue ciclabili e stradine del centro.

L'esperienza prevede di arrivare alla Stazione di Settebagni la mattina e poi lungo il percorso del Tevere recarsi al Camping Flaminio, lasciamo quindi i bagagli (zaino/borse), sistemiamo le nostre tende/bungalow e poi proseguiremo verso l'Appia Antica ed i Parchi degli Acquedotti e Caffarella il primo giorno.
Il secondo giorno lo dedicheremo al centro storico ed ai Parchi cittadini di Villa Ada e Borghese.  

L'esperienza con auto al seguito verrà fatta con un minimo di 8 partecipanti - è necessario essere iscritti a Trek e Bike contattare la segreteria

L'esperienza prevede di visitare un territorio come il modenese e ferrarese usando le aree fluviali dei fiumi che collegano queste due bellissime città, il Panaro, il Po e il Secchia.

Il programma prevede:

  • 1° giorno - sabato, viaggio verso Modena dove, dopo una pedalata in centro, lascieremo Modena e scendendo il Panaro fino al Po andremo a Ferrara.
  • 2° giorno - domenica - utilizzeremo la domenica mattina per visitare Ferrara, mentre nel pomeriggio nel risalire il Po raggiungeremo la confluenza con il Secchia.
  • 3° giorno - lunedì 2 risaliamo il Secchia fino a Modena, dove  termineremo la visita alla città.

L'organizzazione prevede di arrivare a Modena in treno o macchina, partire in bike con zainetto leggero su cui mettere lo stretto necessario giornaliero, il bagaglio pesante (unica valigia) sarà portato dalla nostra auto di servizio che poi sarà a nostra disposizione per ogni necessità tecnica o in caso ci fossero persone che desiderano spezzare il loro tour in bike.

Se il numero dei partecipanti non raggiunge la dozzina, l' esperienza verrà fatta senza auto al seguito con l'ausilio delle borse da viaggio (fornite da Trek e Bike)

Le strutture ricettive prevedono due camere da quattro/sei posti a Ferrara e camere doppie il secondo giorno a Ostiglia.  

L'esperienza con auto al seguito verrà fatta con almeno 12 partecipanti, con meno partecipanti non ci sarà l'auto al seguito e Trek e Bike fornirà bici attrezzate (impianto di illuminazione, portapacchi e borse da viaggio) con il costo di iscrizione - è necessario essere iscritti a Trek e Bike contattare la segreteria

L'esperienza prevede di visitare in bike Cesenatico, Cervia, Ravenna e Cesena, ammireremo le pinete ed i lungomare che le collegano, la rete ciclabile si snoda attraverso boschi, lungomare ed argini dei fuimi.

Il programma prevede:

  • 1° giorno - sabato, viaggio fino a Cesena Ponte Pietra, qui lungo la ciclabile del Rubicone fino a Cesentico, visita al Porto Canale e poi attraverso la pineta si raggiunge Cervia ... dopo una visita al suo caratteristico centro storico ci dirigiamo verso Ravenna che raggiungeremo attraversando il Parco 1° Maggio con la sua immensa pineta, non mancherà una sosta a Santa Apilonare in Classe. Serata e pernotto a Ravenna.
  • 2° giorno - domenica, rientriamo a Cesena passando per il Lido di Dante, Parco 1° Maggio e risalendo il Fiume Savio. Visita a Cesena e rientro.

L'organizzazione prevede di usare borse da viaggio da montare sulla bike per il trasporto del minimo di bagaglio.

Se il numero dei partecipanti raggiunge la dozzina, l' esperienza verrà fatta con auto al seguito per il trasporto bagagli.

Trek e Bike fornirà bici attrezzate  a chi non ne ha (impianto di illuminazione, portapacchi e borse da viaggio) - è necessario essere iscritti a Trek e Bike contattare la segreteria

Con l'esperienza proposta, andremo a visitare un territorio come il modenese e ferrarese usando le aree fluviali dei fiumi che collegano queste due bellissime città, il Panaro, il Po e il Secchia.

Il programma prevede:

  • 1° giorno - venerdì, viaggio verso Modena dove, dopo una pedalata in centro, lascieremo Modena e scendendo il Panaro fino al canale della Burana per poi andare a Ferrara.
  • 2° giorno - utilizzeremo il sabato mattina per visitare Ferrara, mentre nel pomeriggio nel risalire il Po raggiungeremo la confluenza con il Secchia nella cittadina di Ostiglia.
  • 3° giorno - domenica 26 risaliamo il Secchia fino a Modena, dove  termineremo la visita alla città, lungo il percorso ci fermeremo a Concordia dove sono ancora aperte le ferite del sisma.

L'organizzazione prevede di arrivare a Modena in treno o macchina, partire in bike con zainetto leggero su cui mettere lo stretto necessario giornaliero, il bagaglio pesante (unica valigia) sarà portato dalla nostra auto di servizio che poi sarà a nostra disposizione per ogni necessità tecnica o in caso ci fossero persone che desiderano spezzare il loro tour in bike.

Se il numero dei partecipanti non raggiunge la dozzina, l' esperienza verrà fatta senza auto al seguito con l'ausilio delle borse da viaggio (fornite da Trek e Bike)

Le strutture ricettive prevedono camere da quattro/sei posti a Ferrara e camere doppie il secondo giorno a Ostiglia.  

L'esperienza con auto al seguito verrà fatta con un minimo di 12 partecipanti, con meno partecipanti non ci sarà l'auto al seguito e Trek e Bike fornirà bici attrezzate (impianto di illuminazione, portapacchi e borse da viaggio) - è necessario essere iscritti a Trek e Bike contattare la segreteria

Pagina 1 di 2
Sei qui: Home Mountain Bike e Cicloturismo Mountain Bike e Cicloturismo Calendario 2019 Visualizza articoli per tag: turismo in bicicletta

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Informazioni > Cookie Law