Trek e Bike

Natura Verde e Sport


Parco Nazionale dei Sibillini - La Valle del Lago di Pilato

esperienza di due o più giorni

Obbiettivi:
Con tale esperienza vogliamo proporre esperienze legate all’aria aperta coniugandole su più giorni, in tal modo il ragazzo vive l’esperienza con “sapore” diverso, il pernottare fuori da soli, responsabilizza i ragazzi, e permette loro di misurare le proprie capacità di adattamento alle situazioni “nuove”.
Credo, confortato dalle precedenti esperienze, che l’ambiente naturale offerto dalla  montagna e le attività ad essa legate, offrono un ottimo vettore per far raggiungere ai ragazzi messaggi forti che diversamente è molto difficile veicolizzare, parlo dell’amicizia, del rispetto verso se stessi e verso gli altri, rispetto dell’ambiente naturale, nonché conoscenza delle proprie abilità e delle proprie risorse alimentando notevolmente lo loro autostima.
Le esperienze legate al contatto con la natura come l’escursionismo, la mountain bike, i giochi con l’orienteering, l'arrampicata sportiva, il tiro con l'arco danno la possibilità di rendere il ragazzo protagonista, ed offrono un forte collante per una ottimo e duraturo ricordo.

·Video realizzato dalla Scuola Media Luciani di Ascoli Piceno

 Video realizzato dalla Scuola Media Federico II di Jesi

Fasi Operative:
se non ci spostiamo dalla Scuola con distanza che portano via del tempo in viaggio (vaggio max 3-4 ore) possiamo offrire ai ragazzi una ottima esperienza di due/tre giorni, un esempio di due giorni:

1° giorno

  • mattino: arrivo e sistemazione in albergo, presentazione del programma 
  • pomeriggio: escursione a piedi con pranzo al sacco
  • ore 18.00 termine attività
  • ore 19.30 cena
  • ore 21.30 breve esperienza di esperienza notturna

2° giorno 

  • mattino: dividiamo il gruppo in due, un gruppo il mattino esce in mountain bike ed un’ altro vive l’esperienza dell’orienteering
  • pomeriggio: inversione delle attività
  • ore 17.30 conclusione e saluti 

Escursione a piedi del primo giorno: breve discussione e dibattito con i ragazzi con presa di coscienza verso i pericoli oggettivi e soggettivi per condividere un comportamento “ideale” nel camminare inseme.
Lungo l’escursione ci saranno soste con richiami didattici a tematiche naturalistiche, con richiamo a fauna, flora, elementi basilari di geologia.

Escursione notturna: ovviamente non sarà e non deve essere una prova da “rambo” … vuole essere solo un modo per far conoscere ai ragazzi suoni e luci dimenticate … pochissimi sanno cosa è il buio o il silenzio.
Forniremo a ciascun ragazzo una luce frontale che permetterà di camminare in sicurezza su una stradina senza pericoli, al momento opportuno spegneremo le luci ed osserveremo con i nostri occhi l’ambiente naturale notturno senza inquinamento ottico … ogni ragazzo al ritorno scriverà, se vuole, le sue sensazioni in forma anonima, che verranno lette il giorno dopo e commentate.

Escursione in mountain bike: si svolgerà in pianura in modo da non introdurre elementi di fisicità che potrebbero creare “gratuiti” attriti tra i più e meno dotati di forza muscolare, introdurremo invece elementi di abilità di guida e conduzione della bicicletta.

Esperienza dell’orienteering: dopo aver fatto una preparazione didattica dell’uso della carta e della bussola, si prepara un percorso da effettuare utilizzando gli strumenti (bussola e carta). Il percorso verrà fatto a gruppi di tre o due ragazzi e il primo, secondo e terzo gruppo saranno premiati … i premi sono commisurati all’età dei ragazzi: una pizzetta per i più grandi, bussole e magliette per gli adolescenti … ovviamente i premi sono molto discreti ma sono sufficientemente belli per alimentare quel sano agonismo per dare il meglio di se stessi. La gara pur essendo a tempo, premia di solito non i più veloci ma coloro che sono stati attenti alla lezione teorica ed hanno ben interpretato l’uso della bussola.

Conclusioni e Saluti: è un momento dove i ragazzi compileranno un questionario di qualità percepita (anonimo) in modo da renderli partecipi all’esperienza attivamente, con una loro valutazione, anche con interventi verbali dove si può alimentare un breve dibattito.

Premesso che non esiste una località ideale per fare l’esperienza, consigliamo una località non troppo alta, in quanto nei mesi primaverili le temperature possono essere ancora rigide.

Aggiungendo uno o più giorni possiamo allontanarci di più dai siti scolastici ed il programma può essere arricchito in base alle esigenze del corpo docenti con attività sportive o culturali.

Materiale ed attrezzature:
Trek e Bike metterà a disposizione oltre alle guide, il materiale tecnico/didattico per le esperienze sopra elencate: carte topografiche e bussole (una per ragazzo), torce frontali per passeggiata notturna, mountain bike + caschi protettivi, dispensa riepilogativa degli argomenti trattati

I ragazzi dovranno avere un abbigliamento idoneo (giacca antivento, maglia di lana o pile, cappellino e guanti, pantaloni comodi per camminare, bottiglia di plastica per l’acqua, zaino), scarpe adatti per escursioni (in mancanza di scarponcini vanno bene anche scarpe da ginnastica con un buon fondo).
Si raccomanda di postare anche penna ed un blocco note.

Tempi e date:
Le date saranno stabilite in modo da non creare disagi al normale svolgimento del programma scolastico in accordo con le strutture ricettive.

Costi:
I costi, saranno definiti in base ai tipi di sport cge si faranno e la località scelta. 


Per informazioni, contattare la Segreteria

Sei qui: Home Proposte per le Scuole Natura Verde e Sport

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Informazioni > Cookie Law