Trek e Bike

Martedì, 04 Giugno 2019 18:25

Corso di Avviamento all'Escursionismo

Obbiettivo

dare le nozioni teorico/pratiche necessarie ad un escursionista che vuole andare in montagna in modo autonomo ed in sicurezza.

Programma didattico

Teoria 

  • Preparazione logistica e tecnica
  • Scelta del percorso
  • Materiali di gruppo e personale
  • Pericolo oggettivo e soggettivo
  • Elementi di base di Topografia ed Orientamento
  • Primo soccorso
  • Comportamento in caso di richiesta soccorso

Pratica

  • Come si cammina
  • Lettura della Carta Topografica ed uso degli Strumenti di Orientamento
  • Pericolo oggettivo e soggettivo
  • Comportamento in caso di richiesta soccorso

Svolgimmento:

Il corso viene svolto, nella parte teorica in quattro serate dalle 21:00 allle 23:00 nella Sede di Trek e Bike, e da due esperienze in esterno, le esperienze esterne coincidono con proposte già a calendario nel programma trekking 2019. 
Ci sarà modo da parte dei partecipanti al corso di accedere ad una terza uscita facoltativa, di due giorni, ad un costo ridotto
.

Teoria 

martedì 4 giugno dalle 21:00 alle 23:00

  • Preparazione logistica e tecnica
  • Scelta del percorso
  • Materiali di gruppo e personale

giovedì 6 giugno dalle 21:00 alle 23:00

  • Pericolo oggettivo e soggettivo
  • Primo soccorso
  • Comportamento in caso di richiesta soccorso

martedì 11 giugno dalle 21:00 alle 23:00

  • Elementi di base di Topografia ed Orientamento parte 1

giovedì 13 giugno dalle 21:00 alle 23:00 

  • Elementi di base di Topografia ed Orientamento parte 2

Pratica

domenica 9 giugno al Gola della Rossa e Frasassi: il Monte Murano e la Valle del Vernino
domenica 16 giugno ai Monti Sibillini: Traversata della Valle del Lago di Pilato
facoltativo: sabato 22 e domenica 23 giugno ai Monti Sibillini: Cresta del Priora/Berro dall'Ambro all'Infernaccio

  • Come si cammina
  • Lettura della Carta Topografica ed uso degli Strumenti di Orientamento
  • Pericolo oggettivo e soggettivo
  • Comportamento in caso di richiesta soccorso

Il corso sarà tenuto da Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Il corso verrà svolto con un minimo di 4 iscritti

Domenica, 09 Giugno 2019 15:24

Il Monte Murano e la Valle del Vernino

Ci troviamo nel Parco Regionale della Gola della Rossa e Frasassi, più precisamente nell'area est del parco, a ridosso della Gola della Rossa.

L'esperienza che faremo è la salita al Monte Murano dalla Valle del Vernino per i sentieri a sinistra orografica passando dalla grotta del verniro, scenderemo poi ad anello sempre nella vallata sui sentieri del lato destro orografico.

Per quanto rimanga una escursione adatta a tutti, infatti solo in un centinaio di metri c'è da prestare attenzzione al sentiero ciotoloso ed in alcuni punti esposto, anche gli escursionisti più esperti troveranno soddisfazione per la particolarità della Valle del Vernino con la sua omonima grotta, e la vetta del Murano che si presenta come una roccaforte sulla Vallesina.

Guida: Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Martedì, 04 Giugno 2019 13:36

Corso di Avviamento all'Escursionismo

Obbiettivo

dare le nozioni teorico/pratiche necessarie ad un escursionista che vuole andare in montagna in modo autonomo ed in sicurezza.

Programma didattico

Teoria 

  • Preparazione logistica e tecnica
  • Scelta del percorso
  • Materiali di gruppo e personale
  • Pericolo oggettivo e soggettivo
  • Elementi di base di Topografia ed Orientamento
  • Primo soccorso
  • Comportamento in caso di richiesta soccorso

Pratica

  • Come si cammina
  • Lettura della Carta Topografica ed uso degli Strumenti di Orientamento
  • Pericolo oggettivo e soggettivo
  • Comportamento in caso di richiesta soccorso

Svolgimmento:

Il corso viene svolto, nella parte teorica in quattro serate dalle 21:00 allle 23:00 nella Sede di Trek e Bike, e da due esperienze in esterno, le esperienze esterne coincidono con proposte già a calendario nel programma trekking 2019. 
Ci sarà modo da parte dei partecipanti al corso di accedere ad una terza uscita facoltativa, di due giorni, ad un costo ridotto
.

Teoria 

martedì 4 giugno dalle 21:00 alle 23:00

  • Preparazione logistica e tecnica
  • Scelta del percorso
  • Materiali di gruppo e personale

giovedì 6 giugno dalle 21:00 alle 23:00

  • Pericolo oggettivo e soggettivo
  • Primo soccorso
  • Comportamento in caso di richiesta soccorso

martedì 11 giugno dalle 21:00 alle 23:00

  • Elementi di base di Topografia ed Orientamento parte 1

giovedì 13 giugno dalle 21:00 alle 23:00 

  • Elementi di base di Topografia ed Orientamento parte 2

Pratica

domenica 9 giugno al Gola della Rossa e Frasassi: il Monte Murano e la Valle del Vernino
domenica 16 giugno ai Monti Sibillini: Traversata della Valle del Lago di Pilato
facoltativo: sabato 22 e domenica 23 giugno ai Monti Sibillini: Cresta del Priora/Berro dall'Ambro all'Infernaccio

  • Come si cammina
  • Lettura della Carta Topografica ed uso degli Strumenti di Orientamento
  • Pericolo oggettivo e soggettivo
  • Comportamento in caso di richiesta soccorso

Il corso sarà tenuto da Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Il corso verrà svolto con un minimo di 4 iscritti

Pubblicato in Corsi a calendario 2019
Domenica, 22 Dicembre 2019 16:31

Buon Natale alla Castelletta

da noi si dice: ... è tradiziò ... infatti da sempre chiudiamo l'anno escursionistico con una breve escursione, a cui possono partecipare tutti, anche i meno allenati, per terminare assieme "con le gambe nascoste dalla tovaglia" :)

L'esperienza proposta questo anno prevede di raggiungere l'abitato della Castelletta di Fabriano in auto, ed effettuare una escursione al Monte Revellone ... "na sgambatella", direbbe un amico anconetano.
Il Revellone rimane comunque sempre una piacevole meta, panoramico sul gruppo della Gola della Rossa e Frasassi e con la sua stretta vetta da l'idea di una vera montagna anche con i suoi modesti 841 metri di altitudine.

Saremo a pranzo alla Trattoria Castelletta caratteristico locale nel centro dell'omonimo borgo.

Guida: Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Ci troviamo nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, in particolare nella Gola dell'Infernaccio.

L'esperienza che andiamo a fare è una passeggiata adatta a tutti, con pochissimo sforzo ci troviamo in una degli ambienti naturali più particolari e suggestivi dell'Appennino Marchigiano.

L'escursione inizia subito con lo spettacolo naturale delle "pisciarelle", per poi entrare subito nella gola ... qui il Fiume Tenna ha lavorato non poco scavando queste golo all'apparenza impenetrabili.
Fuori dalle gole si entra in una faggeta di una bellezza ... faggeta che ospita l'Eremo di San Leonardo dove termina la notra esperienza.
Possibilità, per coloro che desiderano fare una paio di km a/r in più, di raggiungere la Cascata Nascosta formata dalle acque del Fossi Il Rio.

Guida: Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Sabato, 14 Settembre 2019 13:51

Trekking della Majella

Ci troviamo nel Parco Nazionale della Majella e del Morrone, per gli abruzzesi "Madre delle Montagne", è certo un gruppo di interesse altissimo.
Non ha vette con guglie, tipo il Gran Sasso che si trova poco più a nord, ma la sua vetta rimane comunque la seconda cima dell'Appennino, la parte sommitale è un vasto altopiano con dorsali larghe che collegano le varie cime ... da questo "pianoro" partono poi dei valloni profondi e lunghi.

L'esperienza prevede di salite un suo crinale dal Guado di Sant'Antonio per bivaccare in vetta, per poi scendere all'interno di uno dei suoi immensi valloni, quello dell'Orfento. Il bivacco verrà fatto al Pelino, il bivacco più alto dell'Appennino.

sabato: ritrovo a San Nicolao dal Signor Salvatore alle ore 8:00, controllo dei materiali e partenza per il trekking.
La giornata è caratterizzata dalla salita in quota passando per Cime importanti con il Monte Rapina e il Pesco Falcone, nel salire ammireremo dall'alto uno dei tanti valloni della Majella, quello dell'Orfento, che, man mano che saliamo, assume vesti diverse, passando da lussureggiante verde vallata ad angusta e pietrosa denominata Rava del Diavolo. Raggiunto il Pesco Falcone le vedute sul suo immenso altopiano sono spettacolari ... si inizia a vedere il nostro bivacco Pelino, piccolo e colorato in cima al Monte Amaro.
Raggiunto il Monte Amaro ci organizzeremo il bivacco.
distanza: 10 km  -  dislivello: +1600 -100 m  -  altezza massima: 2793 m  -  tempo di percorrenza: 6 h

domenica: l'alba dal Monte Amaro è sempre una emozione ... ci si incammina di buon ora, la discesa che andremo a fare è meravigliosa ma lunga. Dapprima attraverseremo in continui saliscendi le vette sommitali del gruppo, Tre Portoni, Cima Pomilio, il Monte Focalone fino al Bivacco Fusco posto su un balcone verso le Murelle. Da qui la discesa si inizia a sentirsi, ed entrati nella Rava dell'Avellana scendiamo nell'Orfento ... il paesaggio cambia totalmente, dall'arida e sassosa parte sommitale alle foreste dei valloni. Si passa l'Orfento per il Ponte di Pietra ed in 30 minuti siamo al Guado Sant'Antonio.
distanza: 18 km  -  dislivello: +500 -2000 m  -  altezza massima: 2793 m  -  tempo di percorrenza: 7 h

Guida: Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Domenica, 25 Agosto 2019 10:57

Valle d'Aosta: Anello del Rutor

Ci troviuamo in Valle d'Aosta, il Rutor è una montagna delle Alpe Graie ... la vetta è posta nelle vicinanze dello spartiacque italo-francese in territorio Italiano.

L'esperienza che vogliamo fare è un trekking in ambienti poco frequentati e selvaggi ... tratti aperti ed aerei, tratti morenici, tratti boschivi ... un trek mai noioso che in sei tappe lo aggira in senso orario partendo e arrivando da Valgrisenche ... le vedute sull'omonimo ghiacciao sono spettacolari ... a volte arriveremo a toccare i ghiacchiai a volte li ammireremo da lontano.

Ritrovo a parcheggio in vallata Valgrisenche domenica 25 alle 13:00, presentazione del gruppo, controllo del materiale e partenza per il trekking

  • giono 1: da Valgrisenche al Rifugio Chalet de l'Epée ... partiamo dalle pendici est del Rutor e, lungo il tracciato dell'Alta Via 2 della Valle d'Aosta, raggiungeremo il panoramico rifugio con una ottima vista sul versante sud est del Rutor.
    distanza: 7 km  -  dislivello: +800 m  -  altezza massima: 2373 m  -  tempo di percorrenza: 3 h
  • giorno 2: dal Rifugio Chalet de l'Epée al Rifugio de l'Archeboc ... dallo Chalet scendiamo in vallata per poi risalire la dorsale del Rutor per il Vallone de Saint Grat fino al Passo Col du Mont (confine italo/francese). Qui scenderemo al Rifugio de l'Archeboc ... ci troviamo ora sulla parte sud ovest del Rutor.
    distanza: 13 km  -  dislivello: +900 -1100 m  -  altezza massima: 2639 m  -  tempo di percorrenza: 6 h
  • giorno 3: da Rifugio de l'Archeboc al Rifugio Deffeyes ... dal rifugio ci incamminiamo verso il Passo Col di Monteseti nei pressi del Lac Noir, per sendere, sempre in territorio francese al Rifugio del Rutor. Dal rifugio del Rutor si risale per il crinale italo/francese attraverso il Col Tachuy. Ora lungo il Vallone de la Belle Combe, ormai sul versante nord ovest del Rutor, raggiungiamo il Rifugio Deffeyes ricollegandoci all'Alta Via 2. Tappa movimentata dagli attraversamenti dai tanti laghetti glaciali e dei numerosi rigagnoli d'acqua che a volte è necessario attraversare guadando.
    distanza: 15 km  -  dislivello: +1300 -1000 m  -   altezza massima: 2671 m  -   tempo di percorrenza: 7 h
  • giorno 4: dal Rifugio Deffeyes a Località Planaval hotel Paramont ... lunga tappa seguendo il tracciato dell'Alta Via 2, passeremo il crinale nord est del Monte Paramont per il Passo Alto ... scesi dal Vallone de Haut per la sinistra orografica, la risaliamo in parte sulla destra fino al Col de la Crosiate, per scendere poi a Planaval.
    distanza: 15 km  -  dislivello: +1300 -2200 m  -  altezza massima: 2856 m  -  tempo di percorrenza: 9 h
  • giorno 5: da Planaval al Rifugio degli Angeli, ... entusiasmante salita al rifugio più vicino alla testa del Rutor
    distanza: 11 km  -   dislivello: +1500 -300 m  -  altezza massima: 2916 m  -  tempo di percorrenza: 5 h
  • giorno 6: dal Rifugio degli Angeli a Valgrisenche ... giornata di rientro lungo la morena del ghiacciaio del Brè, saluti e rientro.
    distanza: 8 km  -  dislivello: +100 -1300 m  -  altezza massima: 2916 m  -  tempo di percorrenza: 3 h

Organizzazione tecnica Esitur Tuor Operator

Guida: Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Giovedì, 15 Agosto 2019 09:02

Ferragosto 2019: un'Avventura di Nome Laga

Ci troviamo nel Parco Nazionale del Gran Sasso e della Laga, in particolare nel Gruppo della Laga ... le sue vette sono collegate da arrotondati e prativi crinali, rocciose in pochissimi punti ... è delimitata a nord dal fiume Tronto ed a sud dal Vomano.

Chi ama la Laga non è interessato alla confusione, sta bene anche senza fb ... è infatti ferragosto ma vedrete che è molto difficile trovare quell'affluenza tipica del periodo, qualche pastore si, magari lo incontriamo :)

In quattro giorni è superfluo dirlo forse, non riusciremo a vedere tutto, ... ma il cuore del gruppo si, la bellezza delle sue foreste ricche d'acqua, le numerose cascatelle e rigagnoli che troviamo ovunque, ed i pascoli di altura sono impressionanti ... non ci faremo mancare un simbolo come la Cascata della Morricana all'interno del Bosco della Martese.

L'esperienza prevede 3 bivacchi in quota, quindi i partecipanti devono essere pronti nel sapersi "adattare" a qualche disagio ... come vedete dal programma giornaliero, i dislivelli e le distanze non sono mai elevati, resta però una zaino importante da portarsi e quindi, se volete venire, allenatevi ! :-)

Trek e Bike si occuperà della preparazione tecnica dei bivacchi e metterà a disposizione materiali ed attrezzature idonee.

Ritrovo a San Martino, da Emma giovedì 15 agosto alle 9:30, presentazione del gruppo, controllo del materiale e partenza per il trekking.

giorno 1: da San Martino ci spostiamo in auto fino all'abitato di Colle Pietralta, qui entriamo nell'alveolo del Torrente Castellano fino a Fonte della More dove, dopo aver guadato il torrente saliamo per il San Gerbone ... bosco, bosco ed ancora bosco fino alle praterie di altura di Pratolungo. Ora in quota su percorso panoramico ci rendiamo conto della grandezza della valla e della foresta. La sosta verrà fatta sotto la cima di Fonteguidone, è un ottimo punto per bivaccare con acqua nelle vicinanza.
distanza: 13 km  -  dislivello: +1100 -300 m  -  altezza massima: 1863 m  -  tempo di percorrenza: 5 h

giorno 2: da Cima Fonteguidone, su sentiero a margine del bosco, ci manteniamo in quota e raggiungiamo la parte alta del Castellano, da qui, si sale in modo diretto alla Vado di Annibale ... la leggenda narra che Annibale nell'attraversare l'Italia passo di qui con i suoi elefanti. Siamo ormai sulle ampie zone prative e pascoli della Laga, in successione raggiungeremo Cima Lepri e poi Pizzo di Moscio. Il bivacco verrà fatto nelle zone prative in direzione della Cavata, dopo aver superato la vetta (sorgente d'acqua in quota)
distanza: 11 km  -  dislivello: +1000 -700 m  -  altezza massima: 2445 m  -  tempo di percorrenza: 5 h

giorno 3: la giornata è dedicata alla vetta più alta della Laga, il Monte Gorzano, lo raggiungeremo dopo aver superato il Monte Pelone e l'alta Valle del Tordino. In discesa per il versante est entriamo nel vallone del Tordino e quindi nel bosco della Fiumata. Senza perdere troppa quota risaliamo verso nord ed entriamo in zona Cavata, ricchissima d'acqua e di verde. La tappa termina in località Lago dell'Orso presso la Sorgente delle Trocche.
distanza: 15 km  -  dislivello: +800 -1000 m  -  altezza massima: 2456 m  -  tempo di percorrenza: 6 h

giorno 4: l'ultimo giorno lo dedichiamo ad una delle Cascate più belle del Gruppo, quella della Morricana, ci arriviamo dall'alto scendendo all'interno del Bosco della Martese, che la ospita, dalla Storna. Dopo una doverosa sosta al salto di 20 metri, scendiamo la Valle Castellana per un breve tratto, per poi risalire a Colle Romicito. Zona questa ricchissima di verde, sempre verso nord per la Cesa Mara riscendiamo sulla strada della Fonte della More ... il trekking è terminato ... ci aspettano tanti racconti e un pasto "vero" da Emma a San Martino.
distanza: 18 km  -  dislivello: +800 -1700 m  -  altezza massima: 2456 m  -  tempo di percorrenza: 7 h

Guida: Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Domenica, 14 Luglio 2019 21:46

l'Imponente Cresta Nord del Vettore

Ci troviamo nella parte sud est del Gruppo dei Sibillini ... la Valle Glaciale del Lago di Pilato è delimitata dalla Cresta del Vettore/Torrone ad est e dal Redentore/Quarto San Lorenzo ad ovest ... l'esperienza prevede di salire la cresta Vettore/Torrone fin dalle basse pendici dell'abitato di Altino.

A parte la prima parte e l'ultima che rimane a tratti nel bosco, il percorso rimane quasi sempre aereo e panoramico raggiungendo la cima più alta delle Marche, il Monte Vettore con i suoi 2476 m.

Rimane un trekking riservato ad escursionisti allenati a camminare e con buon appoggio in cresta.

Guida: Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Ci troviamo nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini,  l'esperienza proposta prevede di risalire la spettacolare Valle dell'Ambro fino alla Forcella Angagnola, qui facoltativa è la salita al Pizzo Tre Vescovi, in alternativa sentiero diretto al Rifugio del Fargno costruito sull'omonima forcella.

Lungo la salita belle sono le vedute nei passaggi aerei e particolare è la sorgente dell'Ambro (un forte getto di acqua che sgorga direttamente da una piccola grotta)

Saremo a mezza pensione al Rifugio del Fargno.

Il mattino, con le primi luci, saliremo le affilate creste del Pizzo Berro, da dove ammireremo l'alba, per poi salire al Pizzo della Regina (Monte Priora) ... non vi anticipo nulla ma le vedute sono "importanti" :) sulle creste e cime dei Sibillini con vedute panoramiche a 360° su tutto il Gruppo. 

Dal Monte Priora, per la sua cresta sud est, scenderemo nel versante della Valle del Tenna per passare al Tempio della Sibilla, Eremo di San Leonardo ed Infernaccio ... riprenderemo la via di ritorno utilizzando il GAS (grande anello dei sibillini) da Rubbiano a Tribbio

L'esperienza verrà fatta con un minimo di 4 partecipanti

Organizzazione tecnica Esitur Tuor Operator

Guida: Maurizio Rinaldi Accompagnatore di Media Montagna - Collegio Guide Alpine delle Marche - n° iscrizione IT57C00013

Pagina 1 di 47
Sei qui: Home Trekking Escursioni e Trekking Calendario 2019 Visualizza articoli per tag: trekking

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Informazioni > Cookie Law