Trek e Bike

Puglia: il Salento in bike ... sport, mare, sole, turismo, cultura

Cicloturismo: Penisola Salentina


un tratto di mare prima di Otranto

esperienza di una settimana

 

Difficoltà: Facile/Media 

Durata

Durata: 4/6 h al giorno 

Auto

Mezzo di trasporto: Auto/Pullman/Treno

Lunghezza

Lunghezza: 50/60 km

Dislivello

Dislivello: n.s. m

Altezza massima

Altezza max: n.s. m

DescrizioneDescrizione:

Salento ... oltre 250 km di costa, spesso piana e sabbiosa a volte altra alta e frastagliata, ma anche una miriade di centri abitati e frazioni, fatti di case bianche e stradine caratteristiche, e poi artigianato locale, e poi ancora ulivi secolari e vigneti delimitati dai tipici muretti a secco.

Antica Terra d'Otranto abitata nell'antichità dai Messapi, detta anche penisola salentina è il tacco d'Italia, con la sua forma allungata, disegnando appunto il tacco dello stivale. A Santa Maria di Leuca troviamo il vertice estremo, con la particolare punta "Ristola" che in modo ideale, separa il mare Adriatico dallo Jonio. Nel Salento troviamo anche il punto più est dell'Italia, dove per primo ogni giorno spunta il sole: Punta Palascìa.

Il sole e il particolare clima caldo, con inverni miti dove le temperature sono piacevoli tutta la stagione, hanno agevolato piante e fiori con migliaia di specie diverse. Ulivi, mandorli e fichi d'India per citare le più note, senza tralasciare la meravigliosa macchia mediterranea

Ma il salento è anche terra di cultura, architettura barocca, tradizioni popolari come la pizzica. A tavola troviamo la puccia, le friseddhre, le pittule, i rustici, i pasticciotti ed i dolci di pasta di mandorla, non dimentichiamo "lu mieru", il vino salentino.

Lungo il percorso con piccole varianti potremmo ammirare dolmen (tomba megalitica preistorica a camera singola) e menhir (sono dei megaliti monolitici).  

Riassumiamo questa esperienza in: mare trasparente, sole, cielo blu intenso, architettura, storia, buona cucina, ospitalità, sport.

Programma: 

  • giorno 1: trasferimento in bike ad Otranto km 60, lungo il percorso visita alla città fortificata di Acaya, all'Oaisi Le Cesine, Roca Vecchia, Otranto di notte ed il mare di Sant'Andrea e Baia dei Turchi, con una piccola deviazione lungo il percorso visiteremi il menhir di Materdomini
  • giorno 2: trasferimento in bike a Castro km 26, lungo il percorso: visita della città di Otranto, laghetto ex Cava di Bauxite, Punta Palascio, Porto Badisco (variante di 7 km per Menhir di San Giovanni Malcantone), Santa Cesarea Terme, Grotta della Zinzulosa, Castro, possibilità (facoltativo) con variante di 8 km visitare il menhir di Malcantone.
  • giorno 3: trasferimento in bike a Santa Maria di Leuca km 45, lungo il percorso pedaleremo su un balcone naturale della scogliera, visiteremo Tricase con il menhir di Pivataro, incontraremo il Canyon di Ciolo, prima di Leuca visiteremo a Patù  con Le Centopietre e diversi menhir tra cui quello Della Croce. A Leuca non ci faremo mancare le due Punte, Melisio e Ristola che dividono il Mar Ionio dall'Adriatico, nonchè la Scalinata monumentale con la Colonna terminale dell'acquedotto pugliese.
  • giorno 4: trsferimento a Gallipoli km 55, giornata dedicata alla Spiaggia della Suina e il Pizzo con visita serale a Gallipoli. lungo il percorso incontreremo il dolmen Argentina e volendo con deviazione di 7 km visitare due menhir, quello di Ninfeo e Terenzano.
  • giorno 5: trasferimento a Nardò km 28, giornata dedicata al mare di Porto Selvaggio e la Baia Uluzzo, la sera a Nardò località Santa Caterina, lungo il percorso incontreremo la chiesa bizantina San Mauro e le 4 colonne, con deviazione facoltativa di 11 km il menhir Coppola.
  • giorno 6: trasferimento a Porto Cesareo km 48, giornata di mare a Punta Prosciutto e Torre Lapillo, possibilità (facoltativa) della visita guidata in barca nell'Area Marina Protetta di Porto Cesareo
  • giorno 7: trasferimento a Lecce km 36, lungo il percorso a Copertino troveremo un bel castello normanno, pomeriggio dedicato alla visita della città.

Normalmente, salvo diverse richieste, saremo a mezza pensione in strutture alberghiere ... i pranzi sono liberi e ci si organizza in base alla evoluzione della giornata. 
Ricordiamo comunque che le mezze pensioni prevedono la cena e la colaziuone del "ciclista".

Nota: a richiesta forniamo un mezza di servizio per il trasporto del bagaglio pesante e per fare assistenza lungo il percorso in caso di necessità - in alternativa uso delle borse da viaggio da fissare sulla bike.

PartenzePartenze:

  • in base ad accordi specifici da prendere con il Gruppo

Costi dell'esperienza:

Materiale personaleMateriale personale:
bicicletta in buono stato, casco protettivo (comunque fornito dall'organizzazione per chi non lo dovesse avere), bandana sotto casco, borraccia, guanti, occhiali, abbigliamento adeguato alla stagione con pantaloncino da ciclista, piccolo zaino.
Da tenere in auto / pullman un ricambio completo d'indumenti.

Possibilità di noleggiare le biclette e caschi protettivi

Informazioni ed IscrizioneInformazioni dettagliate ed iscrizioni:

Per informazioni, contattare la·Segreteria

Titoli Riconosciuti ed Affiliazioni

 

                                                      

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Informazioni > Cookie Law